CONFERMA OBBLIGO DI EMISSIONE E-DAS DAL 1 OTTOBRE : CHIARIMENTI OPERATIVI

CONFERMA OBBLIGO DI EMISSIONE E-DAS DAL 1 OTTOBRE : CHIARIMENTI OPERATIVI

A pochi giorni dall’entrata in vigore dell’obbligo di emissione del DAS Elettronico, regna ancora grande confusione sulla corretta interpretazione e applicazione delle normative vigenti.

All’interno della Circolare n. 36 2020 Prot. 328817/RU pubblicata ieri 23/09/2020, L’Agenzia Dogane ha però risposto ad alcuni dei più frequenti quesiti pervenuti dagli operatori, fornendo importanti indicazioni sulle corrette modalità di accesso alla fase di prima applicazione dell’utilizzo obbligatorio dell’e-DAS, che vanno a chiarire i contenuti della Circolare n. 34 /2020 di ADM del 19 settembre 2020. In particolare:

  • E’ confermato l’onere per tutti i depositari coinvolti di effettuare entro il 30 settembre 2020 la comunicazione prescritta dall’art. 18, comma 1 della direttoriale prot. 138764/RU (in allegato);
  • effettuata la comunicazione, l’esercente a decorrere dal 1° ottobre 2020 dovrà iniziare ad emettere i DAS in forma esclusivamente telematica, per ogni movimentazione dei prodotti sottoposti all’obbligo, anche se non ha ricevuto espressa autorizzazione dall’UD competente.
  • in caso di problemi tecnici che impediscano l’emissione del DAS in forma telematica, l’esercente dovrà emettere il documento in forma cartacea, integrando sul documento i dati obbligatori prescritti dalla determinazione direttoriale prot. 138764/RU del 10 maggio 2020. Se si è impossibiltati ad integrare i dati mancati, è data possibilità di emettere i DAS cartacei senza la l’inserimento di tali dati, semprechè gli stessi siano ricavabili dalla contabilità tenute dall’esercente.
  • gli uffici territoriali, solamente dopo aver rilevato l’assenza di criticità tecniche nella compilazione ed emissione dell’e-DAS, ratificano la regolare funzionalità del sistema elettronico dello speditore autorizzandolo alla presentazione in forma esclusivamente telematica del DAS, con efficacia retroattiva;
  • DOMANDA DI SLITTAMENTO DI 60 GG: è possibile richiederla mediante invio entro il 30 settembre all’UD competente di apposita istanza, in cui si attesti che l’impossibilità di emettere e-DAS è motivata da riscontrate ragioni tecniche, di carattere oggettivo, afferenti la funzionalità del sistema. Nella stessa istanza, l’esercente dichiara che si avvarrà, per l’effettuazione delle movimentazioni dei prodotti sottoposti all’obbligo, dei DAS cartacei di cui ha la disponibilità; le estrazioni potranno avvenire con questa modalità a decorrere dalla data di autorizzazione dell’Ufficio delle dogane competente e fino alla scadenza che sarà fissata nella stessa.
  • L’E-DAS può essere emesso a firma del titolare o di un soggetto delegato (che può essere anche un dipendente); in questo caso si dovrà consegnare preventivamente una procura scritta all’UD competente (in allegato la procura e il D.I. del Delegato da trasmettere).

LA POSIZIONE DI ASSOSOFTWARE

Assosoftware è l’associazione di categoria di cui anche la Scrivente si pregia di far parte, che tutela gli interessi delle software house italiane, svolgendo il ruolo di unico intermediario riconosciuto nel rapporto con le istituzioni e gli enti pubblici. Considerato come le numerose problematiche di tipo tecnico e operativo, già da tempo segnalate attraverso i canali isituzionali, a pochi giorni dall’entrata in vigore del nuovo obbligo rimangono ancora aperte e stante la comprovata situazione di incertezza e di instabilità del sistema, all’indomani della partecipazione in Nostra rappresentanza all’ultimo Open Hearing promosso dall’ADM, l’Associazione ha consigliato di invitare i clienti ad inoltrare la domanda di slittamento, adducendo come motivazione proprio l’instabilità del sistema che allo stato attuale non consentirebbe ancora di telematizzare in sicurezza i documenti elettronici, con la possibilità di allegare alla domanda la comunicazione inviata all’ADE, a firma del direttore dott. Roberto Bellini, con il riepilogo delle questioni aperte, che vi trasmettiamo in allegato insieme ad una bozza della domanda avente carattere puramente esemplificativo.

Per completezza riportiamo di seguito per vostra conoscenza la comunicazione ricevuta ieri da Assosoftware:

“Oggi ho partecipato all’ennesimo Open Hearing dove è emerso che ADM rimane ferma nella sua posizione dell’obbligo di e-DAS dal 1 ottobre prossimo. Si stanno preparando delle FAQ che indicheranno le procedure da utilizzare nei casi particolari (dovrebbero uscire già oggi). Non rimane quindi che fare la richiesta di slittamento di 60gg allegando, se può servire, la mia comunicazione all’ADE con il riepilogo delle questioni aperte” (dott. Roberto Bellini – Direttore Assosoftware)

Fermo restando che questa possibilità, previa approvazione dell’UD competente, vi permetterebbe di adeguarvi alle nuove disposizioni in modo più graduale e agevole, desideriamo comunque informarvi che il software J-DAS è pronto a gestire in modo completo tutti i processi previsti dalle normative vigenti in materia di emissione e ricezione degli E-DAS.

Riamaniamo a disposizione per ulteriori chiarimenti.


error

Condividi!